15 May, 2020

Dolore all’inguine: da cosa può dipendere?

1. IL DOLORE ALL’INGUINE

L’inguine è quella regione anatomica che coincide con la piega di flessione fra la coscia e l’addome ed è divisibile in due zone: quella “inguino-addominale” che fa parte della parete addominale anteriore e quella “inguino-femorale” che comprende la zona più alta e interna della faccia anteriore della coscia.

Il dolore all’inguine è una sintomatologia dolorosa che interessa la zona inguinale. I dolori inguinali costituiscono un sintomo comune a molte patologie a carico dell’articolazione dell’anca (coxoartrosi, frattura dell’anca, artrosi dell’anca), alla pubalgia, all’ernia inguinale e a molte condizioni patologiche. Spesso anche le donne in gravidanza avvertono dei dolori all’inguine che dipendono dai legamenti che sostengono l’utero che devono supportare un peso maggiore e perciò tendono ad indolenzirsi.

La sintomatologia si può manifesta con un dolore all’inguine destro o con un dolore all’inguine sinistro; il dolore può essere di varia intensità e spesso si accompagna ad altri sintomi come ad esempio la difficoltà a compiere determinati movimenti.

Quindi il dolore all’inguine, essendo causato da condizioni cliniche molto diverse fra loro, deve essere trattato in base alle patologie sottostanti. Per alleviare il dolore è consigliato: riposare, stoppare gli allenamenti ed effettuare degli impacchi di ghiaccio sulla zona inguinale dolorante.


dolore all'inguine

2. LE CAUSE

Il dolore all’inguine, come precedentemente anticipato, può essere provocato da diverse condizioni patologiche. Tra le cause più frequenti a carico dell’anca, abbiamo:

  • Artrosi dell’anca: conosciuta anche come “Coxartrosi” è una patologia degenerativa che colpisce la cartilagine dell’anca a causa dell’usura dei capi articolari e che progredendo provoca difficoltà nella deambulazione;
  • Artrite dell’anca;
  • Frattura dell’anca: è una condizione grave che colpisce soprattutto le persone dai 65 anni in poi e risulta essere molto rischiosa per i pazienti con più di 80 anni perché può portare delle complicanze anche mortali;
  • Lussazione dell’anca;
  • Contrattura muscolare localizzata nella zona dell’anca;
  • Stiramento muscolare localizzato nella zona dell’anca.

Altre patologie che frequentemente provocano il dolore all’inguine sono:

  • Pubalgia: è una sindrome dolorosa che colpisce la sede inguinale e/o pubica sulla zona interna delle cosce. Quindi alla base di questa patologia vi è sempre un sovraccarico funzionale dei muscoli adduttori della coscia associato a microtraumi ripetuti nel tempo;
  • Ernia inguinale: è una patologia che si manifesta soprattutto negli uomini di mezza età e colpisce più di frequente gli uomini per una diversa conformazione fisica del canale inguinale che è più vulnerabile alla compressione dell’ernia;
  • Sindrome del piriforme: si manifesta quando il muscolo piriforme diventa più grande e rigido e va ad irritare o comprimere il nervo sciatico a seguito di un trauma.

3. I SINTOMI

Il dolore all’inguine si può manifestare a livello dell’inguine destro o dell’inguine sinistro e può essere:

  • acuto e cronico;
  • può comparire durante la notte, al mattino appena svegli o esser presente durante tutta la giornata;
  • il dolore può estendersi ai glutei (consulta l’articolo di riferimento > dolore al gluteo), al ginocchio, all’anca e alla coscia.

Il dolore all’inguine, in base anche alla patologia sottostante, può associarsi ad altri sintomi come:

  • debolezza muscolare;
  • bruciore;
  • compromissione dei movimenti;
  • difficoltà a piegarsi;
  • difficoltà a stare seduti a lungo;
  • senso di intorpidimento muscolare.

pubalgia

 

4 . GLI ESPERTI CONSIGLIANO

Il dolore all’inguine può colpire soggetti di ogni età ed è opportuno indagare sulla causa scatenante. Dopo aver consultato il Medico ed aver accertato la causa legata all’apparato muscolo scheletrico, è sempre consigliato utilizzare delle scarpe e solette o plantari adatti.

Dopo numerosi test, abbiamo rilevato come le solette e i plantari shock absorbing NOENE possano dare  sollievo a chi soffre di dolore all’inguine. La loro funzione di filtro, infatti, evita il propagarsi delle vibrazioni negative che si generano nell’impatto piede-suolo, mettendo così al riparo le ossa, i muscoli, i tendini e le articolazioni. Sportivi e persone comuni hanno tratto benefici da questa straordinaria tecnologia. Grazie alla riduzione del dolore e delle sollecitazioni, sono riusciti a riprendere le normali attività quotidiane, professionali e sportive.

 

NOENE® possiede la più elevata capacità di assorbire e disperdere le onde di ENERGIA NEGATIVA.

Le solette, i plantari e la linea under-Grip NOENE® sono realizzati con un rivoluzionario materiale capace di assorbire e disperdere L’ENERGIA NEGATIVA di SHOCK E VIBRAZIONI (fino al 92%) che si producono a ogni passo, a ogni salto o utilizzo di un attrezzo. Il loro uso regolare, sia nella pratica sportiva che nella vita quotidiana e nell’attività lavorativa, protegge le tue ossa, le articolazioni, i tendini e i muscoli.